religione musulmana matrimonio

religione musulmana matrimonio

La donna ha il diritto di non preoccuparsi dei suoi bisogni materiali: è un diritto, non un dovere (come viene presentato a volte da certi musulmani) e nulla impedisce a una donna di lavorare. 3. Non trattatele con durezza nell'intento di riprendervi parte di quello che avevate donato , a meno che abbiano commesso una palese infamità . Tutte queste giustificazioni al divieto risultano essere obsolete. Il matrimonio nell'Islam non è finalizzato unicamente alla riproduzione della specie umana, ma è rivolto anche all'amore, alla comprensione, alla benevolenza e al piacere stesso dell'atto sessuale all'interno della coppia, questo genera barakat (benedizioni). I termini più usati oggi come oggi, sono i primi due: mahr, (che per tradizione, veniva versato al padre della sposa) e sadāq (destinato esclusivamente alla donna); 'uqr è il termine che veniva utilizzato in caso di matrimonio con una vergine, mentre nihla, hibā e 'alāq tendono ad indicare, oltre alla dote, tutto l'insieme di doni e delle spese a carico dello sposo. Lo statuto personale è dunque una partizione caratteristica dei sistemi giuridici arabi, e più in generale islamici, che si è definita storicamente come l’ambito di massima resistenza opposta dal diritto musulmano ai progetti di modernizzazione, di occidentalizzazione e di riforma giudiziaria e sostanziale. Essenzialmente, i punti fondamentali su cui poggia l'interpretazione classica ortodossa tradizionalista possono essere schematizzati come segue: Per quanto rigurda il primo punto, ovvero l'associazione cristiani/ebrei = kuffar / mushrikīn viene spesso considerato il seguente detto 'Umar ibn al-Khattâb rispondeva, quando gli veniva chiesto un parere riguardo al matrimonio con una giudea o una cristiana: "Allah ha reso illecito il matrimonio dei credenti con le politeiste. La questione fondamentale e l'interpretazione classica canonica. Inoltre, a tutt'oggi, in Italia non esiste intesa fra la confessione islamica e lo stato italiano, come prevede l'art. Sin embargo, a los musulmanes se les permite contraer matrimonio con sus primos. Il matrimonio islamico è normalmente un'istituto coniugale monoandrico poliginico, o altresì un negozio formale, (atto di autonomia privata in cui sono necessarie determinate modalità di manifestazione). Dedico molto tempo ad informare le coppie che si formano sul fatto che bisogna mettersi d'accordo sulle modalità e sulle condizioni del matrimonio. Il matrimonio è il miglior controllo per gli occhi concupiscenti e un efficace aiuto per mantenere la castità". Non vi sarà colpa alcuna se le sposerete versando loro il dono nuziale. Los futuros esposos se presentan junto a tres (3) testigos, tal como lo exige la ley, para con esto firmar el denominado contrato matrimonial y unirse así de manera legal. Desde luego hay una gran variedad de ellos, y algunos se consideran como emblemas del islam incluso ante el mundo, un ejemplo de estos sería: La estrella y la luna creciente. Secondo il Corano, ogni musulmano, per definirsi tale, deve rispettare almeno cinque doveri fondamentali, appunto cinque pilastri che sono accettati da tutte le diverse fedi islamiche (anche se alcune, come gli sciiti ed altre sigle minori, ne aggiungono un sesto, la jihad). La questione del matrimonio misto per i musulmani deve essere considerata nella prospettiva della concezione e della filosofia della famiglia così come sono trasmesse nell'insegnamento dell'islam. E temete Allah, in nome del Quale rivolgete l'un l'altro le vostre richieste e rispettate i legami di sangue. Bisogna allora dar prova di psicologia; ascoltare, dialogare, cercare soluzioni umane, dignitose e giuste come in tutte le situazioni simili. Ibn Kathīr (1301-1373), nel suo Tafsīr al-Qur'an, commenta i precedenti verseti come segue: “Se Allah avesse reso maschi tutti i discendenti di Adamo e avesse creato le femmine da un'altra specie, magari dagli jinn o dagli animali, non ci sarebbe mai stata armonia tra loro e le loro spose. En la actualidad persiste el tema de la dote o riqueza que debe proveer el hombre a su esposa, esto como garantía de estabilidad económica y financiera para la familia que recién se confor… In questo articolo li scopriremo, insieme a qualche piccola curiosità: sapete che la donna nel corso della cerimonia può indossare fino a 7 abiti da sposa? Maggiori informazioni sulla nostra Politica di cookie. Aiutare ad essere tollerante e rispettoso verso tutti e allo stesso tempo aitare a fargli capire ove altri fedeli esagerano. Se una delle due parti sa per certo di non poter adempiere i propri doveri biologici o fisici (interpretabile). Porre sul piatto gli insegnamenti per arricchirlo e spiegare con senso storico-critico. aggiornamento: 04 luglio 2015. Val più frenare gli ardori dell'inizio, piuttosto che dover constatare il peggio dopo qualche anno. <> Tali originarie fonti hanno fatto sì che la sharî'a, per sua natura, fosse un sistema legale sfuggevole al controllo dello stato e quasi mai applicato interamente, nemmeno durante l'era califfale. Vamos a mencionar cuales son los símbolos del islam más importantes del islam. IBZ Online Internationale Bibliographie der geistes- und sozialwissenschaftlichen Zeitschriftenliteratur [International bibliography of periodical literature in the humanities and social sciences] Dios ha impuesto prohibiciones relativas al matrimonio, así como otras prescripciones sobre las relaciones entre el hombre y la mujer. La paraula islam, de l'arrel s-l-m, deriva del verb àrab aslam, que significa literalment «acceptar», «rendir-se» o «sotmetre's». (Corano medinese Al-Bayyina 98,1 trad. Sebbene il Corano non si rivolga direttamente alle donne musulmane, in genere la linea tradizionalmente accettata è quella secondo cui, se agli uomini musulmani è stato dato il pemesso di sposare donne musulmane, allora naturalmente, le donne musulmane possono sposare "unicamente" uomini musulmani. Inoltre, è utile riportare anche un altro detto, trasmesso da at-Tabarani e al-Hakīm, secondo cui il profeta avrebbe detto: "Colui al quale Allah concede una moglie religiosa, è stato aiutato a conservare metà della sua religione. Vi sono vietate le vostre madri, sorelle, figlie, zie paterne e zie materne, le figlie di vostro fratello e le figlie di vostra sorella, le balie che vi hanno allattato, le sorelle di latte, madri delle vostre spose, le figliastre che sono sotto la vostra tutela, nate da donne con le quali avete consumato il matrimonio - se il matrimonio non fosse stato consumato non ci sarà peccato per voi - le donne con le quali i figli nati dai vostri lombi hanno consumato il matrimonio e due sorelle contemporaneamente - salvo quello che già avvenne - ché in verità Allah è Perdonatore, Misericordioso..."(Corano medinese An-Nisa' 4,22-23 trad. H. Piccardo). Una cerimonia intrisa di usanze, folclore e tradizioni. Sono più che altro problemi che riguardano la quotidianeità: come ad esempio il fatto di preparare carne di maiale a tavola con i figli per il marito cristiano o la possibilità o meno di bere alcolici in compagnia di un marito cristiano e questo si rispecchierebbe anche nell'educazione dei figli, che prendono esempio anche dal padre. Il secondo (Al-Mâ'ida 5,5), più tardo, appartiene ad una sura presumibilmente rivelata verso la fine del mandato del profeta Muhammad, probabilmente durante il perido del "pellegrinaggio dell'addio", ovvero la visita rituale al tempio di Mecca compiuta dal profeta durante il suo ultimo anno di vita (632 d.C.). Promuovi anche tu la tua Pagina, Nel nome di Dio Il più Clemente, il più Misericordioso, La pace, la Misericordia, e le benedezioni di Dio siano su di voi, 15 marzo 2012 - autore: 'Alī M. Scalabrin 'Uqûd) bay‘ (di scambio) di compravendita privata fra le parti. 6) Indonesia: Provincia de Ambon, entre cristianos y Musulmanes. Le due situazioni esistono e in ogni caso l'islam ci impone di considerare la giustizia il più oggettivamente possibile. "la grande Via" o "la Via diritta"), intesa come un insieme di regole di buona azione della vita di un musulmano, si integra all'interno del diritto musulmano moderno, a tal punto da confondersi, con quello che viene  chiamato Fiqh,ovvero l'insieme del sapere e della conoscenza che vanno ad elaborare le basi del diritto islamico, (si tratta propriamente di uno sforzo teso ad individuare la legge di Dio, per mezzo della conoscenza della sharî'a, non la sua esclusiva espressione). Quello che abbiamo descritto è il classico matrimonio musulmano secondo i tradizionali canoni della religione islamica. Una religione ricca di dogmi e principi. (.....) Quindi,perchè stiamo vietando alle donne di osservare lo stesso diritto degli uomini (di sposare una non-musulmana) quando non è proibito nel Corano? H. Piccardo), "...Di ogni cosa creammo una coppia, affinché possiate riflettere..." E non date spose agli associatori finché non avranno creduto, ché, certamente, uno schiavo credente è meglio di un associatore, anche se questi vi piace. Infine, parenti ed amici ringraziano dell’ospitalità, omaggiando la nuova famiglia con dei doni. COVID-19 Restiamo sempre al vostro fianco. La boda civil se realiza frente al Sheikh, también conocido como magistrado islámico. C'è da dire anche che Ibn Kathir registra un alto grado di disaccordo, già allora, tra i commentatori islamici sulla questione se questo divieto riguardi le donne ebree e cristiane o solamente le politeiste. è decisamente superiore ad allora e, nonostante si registrino ancor oggi, molti casi di cronaca sull'ossessiva possessione di alcuni musulmani in occidente verso le proprie mogli e figli, la situazione è decisamente cambiata. presidente del Programma di Studi islamici presso la University of California, Los Angeles, Nel caso in cui l'uomo e la donna siano stati allattati dalla stessa nutrice, poiché la, Ad un uomo è proibito risposare una donna da cui abbia. A conti fatti, non si tratta solo di un problema giuridico. Il primo e più importante di questi pilastri è … Mentre ancora, in An-Nisâ' 4,4 troviamo invece, il termine forse più conosciuto di sadaqah, che sta ad indicare volontaria carità, beneficenza, verità, veritiero, conferma. Il marito può inoltre promettere di non sposare un’altra donna (clausola di monogamia), o può dare alla donna mandato di autoripudiarsi. A Jâbir venne chiesto a proposito del matrimonio con le ebree e le cristiane, e rispose: "Le sposammo all'epoca delle conquiste con Sa'd ibn Abi Waqqâs". La moglie non musulmana ha diritto di esercitare il suo culto e di consumare i cibi che la sua religione permette. Ogni matrimonio (nikāh) è un contratto privato civile, ma che deve essere reso pubblico nella sharì'ah. Aldilà del fatto che all'epoca della nascita dell'Islâm fosse una cosa normalissima e consuetudinaria, ciò non implica necessariamente che l'oggetto di scambio sia la donna in sé in cambio della dote, ma che il contratto matrimoniale sia regolamentato all'interno di alcune regole ben specifiche comuni ai contratti di compravendita. 'Uthmân, infatti, si sposò con Na'ila bint Farafisa Kalbiyyah, che era cristiana e si convertì all'Islâm a casa sua. Questa limitazione, d… Questo non significa che la donna non musulmana non abbia alcun diritto sui suoi bambini. Se mencionan en el Santo Corán (véase 4:24), e incluyen a la madre, el padre, la hermana, hermano, tías, tíos, sobrinos y sobrinas. L'Islam ha fornito un pavimento, non un soffitto e dobbiamo stare attenti a contorcere qualcosa in haram che non è espressamente vietato. Le spose sono particolarmente coccolate con un entourage tutto al femminile pronto ad aiutarle con i cambi d’abito. In definitiva, il "matrimonio" contratto in moschea non ha nessun valore, né giuridico (in entrambi i paesi), né religioso, (perché va in contrasto con le condizioni minime indispensabili per la leicità (halal) di tale unione). E SE UNA DONNA CRISTIANA DIVENTA MUSULMANA?” Come viene spiegato nel libro intitolato ‘Islam in relazione alle campagne di scetticismo’ del Dr. Mahmud Hamdi Zaqzuq, il matrimonio nell’Islam è basato su affetto e comprensione e continuità. Alcuni finiscono col separarsi. Nella coppia mista bisogna fare diversi percorsi di negoziazione per permettere che ci siano equilibri reali per una vita familiare costruttiva, dove due persone si fondono, si supportano si integrano. Si tratta quindi di un tentativo, che si traduce in un codice di diritto, che si ispira alla Sharî'a. Nella Sunna di Bukhārī e Muslim, troviamo il detto, riferito da Ibn Mas'ud, secondo cio il profeta avrebbe detto: "Giovani uomini! Ma non proponete loro il libertinaggio : dite solo parole oneste. Una volta venuto al mondo, cerchiamo di ascoltarlo passo, passo, mai forzando troppo verso una o un'altra direzione, mai trascurare gli aspetti laici dell'educazione e comunicare la propria cultura, stimolando l'interesse del bambino. Il termine plurale ujùr, ad esempio lo troviamo in (Corano 3,57; 4,152, 4,173, 35,30, e 2,277) e va inteso come "ricompense", mentre il singolare possimao trovarlo in (Corano 12,57; 2,112; 4,74; 17,9) per indicare la ricompensa divina per le buone azioni. A questi occorre aggiungere quelle frasi d’amore scambiate dai futuri coniugi durante la cerimonia e intrise di impegno e responsabilità come il rispetto e l’amore tra i coniugi, l’apertura alla fecondità e quindi il ripudio verso ogni forma di contraccezione insieme a quella dell’aborto e l’idea di considerare il divorzio un atto sconsiderato, sebbene sia concesso dal Corano. Trovare dei compromessi, considerare ogni possibile possibilità al fine di garantire la serenità familiare. Resterebbe da capire solamente perché questo permesso viene tradizionalmente concesso solo agli uomini, gli Ulamâ' sono concordi nel ritenere illecito che una donna musulmana si sposi con un non musulmano, sia che si tratti di un politeista, sia che egli appartenga alla Gente della Scrittura, quando invece nel Corano non vi è una specificata distinzione se non il chiaro divieto verso le politeiste. Sapete in cosa si differenzia, Matrimonio ebraico: un rito affascinante ricco di usanze e. Come celebrare il rito religioso al di fuori della chiesa? La scelta è lasciata al credente. E se questi divorzia da lei, allora non ci sarà peccato per nessuno dei due se si riprendono, purché pensino di poter osservare i limiti di Allah..."(Corano medinese al-Baqara 2,230 trad. C'è da dire, comunque, che un'obbiettiva analisi sociale rivela che, nonostante vi siano moltissime coppie che vivono benissimo con religioni diverse, molte altre non riescono a trovare un equilibrio, specialmente per quanto riguarda l'educazione dei figli e con l'arrivo di quest'ultimi nascono i problemi. Tale considerazione ridimensiona notevolmente l'associazione miscredente-cristiano o ebreo, ed è confermata nei contenuti della Sunna: Ibn Mundhir commentò: "Nessuno dei Sahâbah dichiarò illecito questo genere di matrimonio". Pensate che possono arrivare a indossare fino a 7 abiti eleganti da cerimonia durante le loro nozze, ognuno ben distinto per eleganza e maestosità. La sposa viene accompagnata all'altare dal padre o dal suo tutore chiamato Wali, dove l’attende lo sposo in compagnia di due testimoni necessariamente di sesso maschile. Tale atto non ha alcun valore, né dal punto di vista istituzionale (giuridico, amministrativo, legislativo), né tanto meno religioso: un matrimonio islamico è valido se è pubblicizzato e per far questo deve essere registrato presso le autorità competenti. Ci sarebbe stata repulsione se le spose fossero state di una specie diversa. (....)  Allah ne sa di più". H. Piccardo). La bellezza dell'Islam è che garantiva uno standard minimo per le donne in un momento in cui non vi era alcun standard. Tutte queste caratteristiche rientrano nel concetto di infedeltà (kufr), ma non necessariamente nel concetto di associazionismo (shirk). El ritual propio de un matrimonio entre musulmanes es el siguiente: 1. Una visione riformistica - Cosa ne pensano alcuni studiosi moderni ? Il matrimonio musulmano è un matrimonio che si celebra tra due persone di sesso opposto, nel rispetto degli usi e costumi della religione musulmana. H. Piccardo). A livello psico-sociale, l'arcaica società araba pre e immediatamente post-islamica patriarcale si fonda sul, Si ritiene che i figli di madre musulmana debbano necessariamente preservare tale religione e per garantire ciò, Se un uomo musulmano accettasse che il proprio figlio segua una religione diversa dalla propria (per esempio quella della madre non musulmana) sarebbe definito come un, Chiariarsi preventivamente con il partner prima dell'arrivo dei figli su quale sarà il tipo di educazione religiosa da impartire. Così,la religione e la cultura hanno maggiori probabilità di essere passate attraverso la madre. Il principio nel matrimonio è l'uguaglianza degli esseri e la complementarietà dei ruoli e delle funzioni. Si tratta di due versetti rivelati a Medina, (quindi successivamente all'Egira), ma in due periodi diversi: il primo in ordine cronologico (al-Baqarah 2,221), (sulla base delle circostanze delle rivelazione Âsbâb An-Nuzûl), è ambientato nel primo periodo di insediamento della neonata comunità di credenti a Medina, quando quest'ultima doveva proteggersi dalle infiltrazioni e dagli attacchi di altre comunità maggioritarie e fa parte di tutto un contesto innovativo (fino ad ora) di regole sociale e giuridiche che si andavano a formare fra i musulmani. Aisha, moglie del profeta, racconta, secondo il Mishkat al-Masabih, che Mohammad disse: "Il migliore di voi è chi è migliore verso sua moglie, e io sono il migliore verso le mie mogli". Non si può separare religione da potere temporale, nel mondo islamico solo quando fa comodo, in una sorta di adattamento laico immigratorio della concezione del matrimonio islamico. L'islam esige che un musulmano non lasci mai i suoi bambini e in particolare che faccia in modo di poter dar loro un'educazione in accordo con la sua religione. (Corano medinese Al-Mumtahana 60,10 trad. Il grado di possibile dipendenza è maggiore in questo senso con, in più, il fatto che il musulmano riconosce la fede ebraica e cristiana ma un cristiano o un ebreo non considerano la rivelazione dell'islam autentica. Nell'Islam, le donne sono invitate a seguire delle regole che a volte possono apparire in contrasto con gli standard occidentali di equità e di parità dei sessi. 1 commento in "An-Nikâh: il matrimonio secondo il rito musulmano ", Altri articoli che potrebbero interessarti, Partner di Lemon Way, un'istituzione di pagamenti accreditata dalla ACPR (French Prudential Supervisory Authority) il 24/12/2002 con il numero 16568J, Usiamo cookie propri e di terzi e tecnologie simili per migliorare il nostro sito, analizzare il traffico, offrire funzionalità per i social network e personalizzare i contenuti e la pubblicità a seconda delle tue preferenze di navigazione, che confermi di accettare proseguendo nella navigazione. Se le donne dei Quraysh non accettavano di convertirsi allora il trattao rimaneva valido e doveveano esser restuite ai propri mariti. Donna musulmana con uomo che non sia musulmano. A volte l'evoluzione di uno dei due coniugi provoca situazioni nuove che nulla lasciava presagire. Da una parte, abbiamo visto, è palese constatare che nel Corano non vi è nulla che implichi chiaramente il divieto, per una donna musulmana di sposare un uomo di altre religione, (semmai il testo rivela una concessione per l'uomo musulmano nello sposare donne delle scritture precedenti e pone particolare attenzione a non sposare associatori (identificabili onestamente con i politeisti, non certo con gli ebrei ed i cristiani, anche se molti, nell'ambiente tradizionalista, vorrebbero farci credere)). "...E fa parte dei Suoi segni l'aver creato da voi, per voi, delle spose, affinché riposiate presso di loro, e ha stabilito tra voi amore e tenerezza. H. Piccardo). Si deve fare un vero e proprio lavoro a monte dei matrimoni. Certo, c'è l'amore, ma nell'islam il matrimonio è un contratto i cui termini devono essere chiaramente stipulati e le aspettative di ciascuno esplicitamente enunciate, in particolare per quello che riguarda i bambini, la loro educazione e la loro custodia. Genuine Quality International Brands Confidentiality is the one la datazione per albergo internazionale we are most passionate about. Allah sa che ben presto vi ricorderete di loro. Existen además otras relaciones matrimoniales prohibidas. In, Avete optato per il matrimonio religioso e state scegliendo le letture da, Ognuno di voi avrà sognato una cerimonia all'aperto o sul mare un po' in stile, Avete mai assistito ad un matrimonio evangelico? (Corano meccano Al-Furqân 25,74), "...Non sarete rimproverati se accennerete a una proposta di matrimonio, o se ne coltiverete segretamente l'intenzione . Questa situazione spiega, a livello di filosofia generale, perché nell'islam un uomo musulmano può sposare una donna delle genti del Libro, cristiana o ebrea, poiché per lui è un dovere rispettare la fede e la pratica di sua moglie e di provvedere ai suoi bisogni. Ibn Ishaq cita a questo prposito un episodio di quando una donna dei Quraysh, Umm Kulthum, si rifugiò presso i musulmani a Medina, e i suoi due fratelli vennero a reclamarla, secondo le clausole del trattato, Muhammad rifiutò di restituirla: Allah glielo aveva vietato con una nuova rivelazione che funse così emendamento al trattato, secondo cui le donne rifugiate che si convertivano all'Islam non dovevano essere restituite a coloro da cui erano fuggite (Corano Al-Mumtahana 60,10-13). In ogni caso, sulla base del canonico concetto dell'abrograzione (Nasikh wa Mansukh) di versetti, da parte di altri rivelati successivamente, molte scuole ritengono che, almeno per quanto riguarda il matrimonio, il versetto (al-Baqarah 2,221) sia da ritenersi come "abrogato" dal successivo versetto (Al-Mâ'ida 5,5). Inoltre, il matrimonio "in moschea" non è sicuramente tutelativo priva la donna di tutti i suoi diritti, riconoscimento dei figli, diritti di eredità, pensione in caso della morte del coniuge. Tema dunque egli Allah (SWT), così che possa conservare la metà rimanente". E non conosco del politeismo una cosa più grave di una donna che creda che il suo Signore sia 'Îsâ (Gesù, pace su di lui e su sua madre), o un altro uomo tra le creature di Allah".

Spezia Calcio Serie A, Storia Dell'impero Romano Pdf, Mara Maionchi Casa Discografica, Albo D'oro Formula 1 Piloti, Patrimonio Giulia De Lellis, Nomi Tipici Del Sud,